giorgio

Più rispetto per le cose fatte, a prescindere da chi le ha fatte

Mi chiamo Giorgio Alemanni, settant’anni di vita alle spalle abbastanza normali; un lavoro come artigiano, una famiglia, moglie e due figli, tante gioie e un grandissimo dolore.

Una buona quasi metà di questi settant’anni sono stati accompagnati da una grande passione sportiva: il triathlon! Passione che continuo a coltivare con maggior disponibilità di tempo (sono pensionato) e minor risposta fisica inevitabile visto che l’età non fa sconti a nessuno.

Ho conosciuto Elena alcuni anni fa quando ha varcato la porta del Road Runner Club, di cui faccio parte, desiderosa di avvicinarsi a questa nuova disciplina.
Da allora è nata una bella amicizia, di quelle che non trovano ostacolo in una marcata differenza di età e si basano su reciproco rispetto e stima.

Sono milanese DOC e amo profondamente la mia città. Milano sta diventando sempre più bella in questi ultimi anni e meriterebbe, perchè ritengo che un po’ manchi, più rispetto per le cose fatte, indipendentemente dal condividerle e da chi le ha fatte!
Rispetto da parte di tutti: vecchi milanesi e nuovi milanesi, quelli che la ameranno in un prossimo futuro.