danielle

Dall’Olanda con due sogni: arrivare ovunque in bici e la vittoria dei mezzi pubblici sul traffico

Sono Danielle Kurpershoek, sono nata in Olanda e vivo da 5 anni a Milano, dove lavoro come consulente in diritto internazionale e processi di responsibilità sociale delle imprese. Sono venuta qui per il mio ragazzo all’epoca. Al quel punto, mi sono innamorata di Milano e non sono più andata via.

Da poco mi sono tuffata nel mondo del triathlon ed è durante la mia prima gara che ho conosciuto Elena. Grazie a lei sono riuscita a superare l’ansia iniziale durante il nuoto, poi abbiamo fatto insieme la frazione di bici: da lì in poi rimaste amiche e la seguo nella sua attività di Consigliera.

Mi trovo bene a Milano. La città è molto migliorata negli ultimi anni. Mi manca però ancora l’accessibilità in bici a tutti quartieri, anche quelli periferici, come in Olanda. E purtroppo le poche piste ciclabili, quando ci sono, non vengono sempre tenute bene: speriamo che si possano rimettere a posto e che Milano possa superare i propri confini, visto che intorno alla città ci sono tanti posti interessanti situato in paesaggi molto belli (come lungo i Navigli).

Aggiungo una cosa: la città, fino alla circonvallazione è verde. Mi piacerebbe che questo potesse accadere anche in altri quartieri. E se posso continuare a sognare, incoraggerei l’uso dei mezzi pubblici, così sperando di diminuire il traffico che è sempre e ovunque presente. Mezzi magari più moderni, che offrano spazio, sicurezza e aria condizionata.

Altre storie di Milano