darsena

Vogliamo l’acqua in Darsena!

La Darsena e la completa fruizione dei Navigli sono diventati per i Milanesi, così come per i lavoratori che vivono fuori città e per i turisti, un riferimento importante.

Bene, dobbiamo esser consapevoli che TUTTO QUESTO È A RISCHIO: la secca è durata ben tre mesi e la stessa cosa accadrà da settembre a dicembre.

Ieri, alla presenza di televisioni e giornalisti, è stata reimmessa l'acqua. Una scena apparentemente edificante, ma che serve soltanto a chi la propone, visti i ritardi e visto che poi a settembre il "rubinetto" verrà chiuso ancora una volta. Parliamo di un calendario di asciutta, gestito dal Consorzio Est Villoresi  (di emanazione regionale), assolutamente incompatibile con la esigenze di Milano.

Da gennaio sto lanciando questo allarme e pare che la cosa abbia fatto breccia almeno un poco (ne ha scritto Repubblica due giorni fa).

Adesso però occorre UNA MOBILITAZIONE VERA E PROPRIA.

  Leggi tutto

primariex4

I programmi: un confronto dal mio punto di vista

FRANCESCA BALZANI                                                                

Francesca Balzani definisce la Milano che vorrebbe come la città del "ben-essere", immaginando per essa un percorso che esalti e produca bellezza per arginare il degrado.

Il suo programma si concentra su una diversa mobilità, potenziando gli strumenti di trasporto condivisi e il trasporto pubblico.

Oltre all'idea lanciata in questi giorni di gratuità totale dei mezzi pubblici, propone una collaborazione vera a livello sovra locale di città metropolitana per affrontare in modo incisivo la questione dell'inquinamento. La candidata inoltre suggerisce di anticipare la direttiva europea “zero consumo di suolo” che per le aree dismesse e non utilizzate prevede di puntare alla rinaturalizzazione e alla riforestazione di spazi equivalenti a quelli edificati, per incrementare la biodiversità urbana.

Balzani  sul tema della casa propone interventi di riqualificazione e di rigenerazione urbana attraverso strumenti finanziari basati su un mix di fondi pubblici, privati ed europei,  capaci di integrare le risorse pubbliche per investimenti mirati, di interesse particolare per la città e i suoi cittadini. Parla inoltre di valorizzazione di mix di culture e modi diversi di abitare per favorire ancora di più l’incontro tra i mondi che oggi coesistono e popolano Milano.

Del suo programma mi piace molto l'attenzione alla qualità della vita. Su di questo ha una visione ampia, organica, che tiene conto delle diverse esigenze

http://balzanixmilano.it/

AMBIENTE: ++      

QUALITA' DELLA VITA: +++       

SPORT: non pervenuto    

DIRITTI: ++    

CASA: ++

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

ANTONIO IANNETTA  

L'outsider di queste primarie in tema di verde e ambiente propone di  piantumare oltre 3.500.000 alberi entro il 2021, procedere a un’equa distribuzione delle aree verdi e pedonalizzate in tutta la città, potenziare le piste ciclabili, il car sharing e il bike sharing, tenendo sempre presente che l'obiettivo è la drastica riduzione dell'inquinamento.     

Iannetta pensa a una Milano policentrica, dove le periferie possano attrarre giovani per favorire proposte che ridisegnino gli spazi urbani per una migliore qualità della vita. 

Lo sport, tema molto caro al candidato  (e pure alla sottoscritta), è al centro di una riflessione sull'importanza sociale e aggregativa che questi spazi debbano avere e io sono molto d'accordo con lui.

Riporta infatti attraverso un bel video, l'esperienza di realtà di associazioni nate in periferia e che proprio attraverso lo sport hanno svolto un ruolo fondamentale nel tessuto sociale della zona, rappresentando un valido presidio. 

Iannetta ha particolarmente a cuore il tema degli scali ferroviari, terreni su cui vede una grande occasione per la rigenerazione urbana di quei luoghi della città.

http://www.antonio-iannetta.it/

AMBIENTE: ++      

QUALITA' DELLA VITA: +      

SPORT: +++    

DIRITTI: +   

CASA: +

 

PIERFRANCESCO MAJORINO

Il candidato  presenta un corposo programma relativo all'ambiente a cui vale veramente la pena dare un'occhiata perché suggerisce una road map verso la rivoluzione ambientale, immaginando una Milano nel 2040 senza auto. L'obiettivo è senza dubbio ambizioso e i passaggi intermedi sono molto suggestivi. Quello che mi piace di più del programma di Majorino in merito alla Milano sostenibile, è la sua proposta che interpreta una rivoluzione ambientale che comprenda non solo la riduzione del traffico, ma anche faccia una analisi della possibilità di sfruttare e incrementare l'energia pulita.

Leggi tutto

darsena

Darsena in secca

Come riportato dai media e come sta accadendo i Navigli Grande e Pavese e la Darsena saranno in secca almeno fino al 31 marzo di quest’anno.
Per questo motivo sono intervenuta in Consiglio Comunale per fare delle domande e cercando di fare delle proposte.
Questa secca è stata infatti anticipata di tre settimane perché il Lago Maggiore e il Fiume Ticino sono in presenza di una secca maggiore persino di quella estiva. La re immissione di acqua nei Navigli e quindi in Darsena, prevista dopo il 31 marzo non è per nulla scontata.

Per questo ho posto  alla Giunta Comunale e al Sindaco di Milano tre punti:

Leggi tutto